Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistico-ambientale

Rendere gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili.

(Sustainable Development Goal n.11, uno dei 17 obiettivi adottati dai paesi membri delle Nazioni Unite nel 2015 come parte della Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile).

Il Politecnico di Torino è stato tra i primi atenei a fornire una formazione nel settore della Pianificazione territoriale e urbanistica in Italia, a valle della riforma delle professioni (2001).

Diventerai un/a Pianificatore/Pianificatrice territoriale, figura professionale esperta delle dinamiche di trasformazione del territorio in grado di coordinare o dirigere équipe progettuali che svolgono attività di pianificazione e progettazione territoriale, urbanistica e strategica a varie scale, da quella locale a quella di area vasta; elaborare e supportare strategie, definire politiche, programmi e progetti di trasformazione urbana e territoriale che abbiano al centro un corretto uso delle risorse locali e coinvolgano i soggetti (istituzionali, economici, sociali)interessati; interagire con attori diversi (istituzionali, economici, sociali) e anche con soggetti non esperti, stimolandone la collaborazione e la partecipazione.


Il Corso di studi è strutturato secondo due orientamenti distinti:

Il Corso di Laurea magistrale in Pianificazione Territoriali, Urbanistica e Paesaggistico-ambientale ha ottenuto, nel2016, il Certificate of Quality della Association of European Schools of Planning AESOP.

 Il Politecnico di Torino è inoltre membro fondatore di UNISCAPE, la rete europea di università per l'attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio, ai cui principi il nostro corso di laurea magistrale si ispira.



Cosa imparerai

Gli orientamenti, che condividono le stesse modalità didattiche, si articolano per obiettivi distinti.

Se sceglierai l’orientamento italiano:


Se sceglierai l’orientamento inglese:



Come lo imparerai

Il Corso di Laurea ha due percorsi, uno in italiano e uno in inglese.

Imparerai attraverso corsi monodisciplinari e Atelier cheincentrati sulla definizione di strumenti di pianificazione a scale diverse, ti permetteranno di sperimentare in contesti applicativi e processi reali.

Potrai scegliere di svolgere, indipendentemente dall’orientamento, sia la tesi che il tirocinio all’estero.



Cosa potrai fare dopo

Gli sbocchi possibili sono molti e diversi:

Potrai accedere alla libera professione di Pianificatore/Pianificatrice Territoriale, previo il superamento dell’Esame di Stato e l’iscrizione all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, sezione A. Potrai trovare impiego, con funzioni di coordinamento, in enti locali e territoriali, studi professionali, aziende di servizi, agenzie pubbliche e private, enti di ricerca e del Terzo settore, in Italia e all’estero.

Potrai essere urbanista, pianificatore territoriale e del paesaggio, esperto di politiche di governo del territorio, esperto di valutazione ambientale, analista spaziale e urban manager.

In alternativa, potrai accedere ad una formazione di terzo livello frequentando master (ad es. Metodi e tecniche per il governo di territori resilienti), il Corso di Dottorato interateneo Urban and Regional Development o la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e Paesaggio scegliendo secondo la tua attitudine e aspirazione.


Tutti i dettagli

Il corso di laurea dura 2 anni; classe di Laurea LM-48: Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale. Referente: Prof.ssa Angioletta Voghera (referente.lm.PTU@polito.it).