Corso di Laurea in Ingegneria dei Materiali

I materiali sono il cuore di molteplici attività industriali e costituiscono la piattaforma indispensabile su cui basare lo sviluppo di nuove tecnologie.

Ingegneria dei Materiali è una disciplina che non conosce confini applicativi e che è in grado di offrire soluzioni concrete per ogni settore: trasporti, produzione di energia, design, tessile, biomedicale, alimentare, lusso e sport.

Diventerai ingegnere dei materiali, figura professionale in grado di collaborare alla gestione degli impianti industriali di produzione dei materiali per la trasformazione in prodotti finiti nonché alla progettazione di prodotti industriali e dei relativi cicli produttivi, fornendo un contributo specifico in termini di selezione dei materiali, delle tecnologie e dei parametri di processo più idonei all'applicazione finale.

Cosa imparerai

Complessivamente lo studio di Ingegneria dei materiali si articola su tre livelli: il triennio di primo livello per la Laurea in Ingegneria dei materiali; il biennio per la Laurea magistrale in Ingegneria dei Materiali per l’Industria 4.0; e il triennio di studi di dottorato in Scienza e Tecnologia dei materiali.

Per il triennio di primo livello, al primo anno prenderai parte ad insegnamenti scientifici di base (scienze chimiche, fisiche e matematiche), acquisendo competenze informatiche e linguistiche e ricevendo un primo insegnamento relativo allo studio dei materiali (Scienza e Tecnologia dei Materiali I).

Il secondo anno perfezionerai le conoscenze scientifiche, tramite insegnamenti di chimica organica, fisica e matematica e insegnamenti ingegneristici che costituiscono il bagaglio culturale comune a tutti gli ingegneri industriali (Termodinamica per l'ingegneria e Scienza e tecnologia dei materiali, Meccanica delle Macchine, Elettrotecnica/Motori Elettrici).

Il terzo anno completerai lo studio delle competenze ingegneristiche di base (Scienza delle Costruzioni e Fondamenti di Macchine), lo studio del legame fra proprietà microscopiche e macroscopiche dei materiali (Struttura della Materia) e delle principali famiglie di materiali (Materiali Metallici, Polimerici e Ceramici) e delle loro tecnologie di produzione e trasformazione.

Durante questo anno parteciperai anche a laboratori didattici grazie ai quali imparerai ad utilizzare - mediante un approccio 'learning by doing' - le principali tecniche di caratterizzazione dei materiali, e a sviluppare la capacità di lavorare in team e le abilità comunicative (soft skills).

Come lo imparerai

Il Corso di laurea è tenuto in italiano, il primo anno offerto in lingua inglese. Dal secondo semestre del secondo anno, potrai accedere ai laboratori del Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia (DISAT) per attività sperimentali e didattiche.

In ambito nazionale il Politecnico di Torino e il DISAT collaborano con numerose aziende per garantire un costante confronto tra i contenuti dell’offerta formativa e le esigenze del mondo del lavoro, promuovendo anche le successive prospettive occupazionali dei laureati.

Un breve elenco, non esaustivo, delle collaborazioni attive vede aziende del calibro di Alenia Aeronautica, Altran, AT Grade, Avio Aero, Avio Space, Avioprop, Buzzi Unicem, Colorobbia, Danieli & C. Officine Meccaniche, Diamond Pauber, ENEA, ENI, Eurocoating, Ferrero, Stellantis (CRF), G.M. Powertrain Europe, Indesit, Itla, IVECO, Lavazza, Vishay Semiconductor Italiana, Magneti Marelli, Magnetto, Marconi/Ericsson, MW Italia, Nautilus, NobilBio, Pittsburg Corning, Pirelli Tyre, Prima Industrie, Schott Ltd., Sinterloy, SKF Industrie, Sorin, Teksid, Telecom Italia, Thales-Alenia Space, Teknokilns, Ethos Energy Italia, e tante altre.

La prova finale consiste in una breve comunicazione scientifica originale con l’utilizzo di strumenti multimediali su un argomento attinente all’ingegneria dei Materiali o l’esperienza del tirocinio o il progetto studentesco cui avrai preso parte. Ti sarà chiesto di presentare il lavoro ad una commissione utilizzando lo strumento informatico, dimostrando di possedere capacità di comunicazione.

Cosa potrai fare dopo

Più del 95% dei laureati in Ingegneria dei Materiali prosegue gli studi nell’ambito delle Lauree Magistrali, scegliendo nella quasi totalità il percorso di continuità nella Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali per l’Industria 4.0 presso il Politecnico di Torino. Potrai dunque continuare gli studi con un Corso di Laurea Magistrale.

In alternativa, puoi scegliere di iniziare subito a lavorare: le opportunità di impiego sono numerose, dalle industrie meccaniche a quelle dei trasporti terrestri e aerei, dalle aziende che sviluppano materiali a quelle che si occupano di produzione di energia.

Potrai iscriverti all’Albo degli Ingegneri, nella sezione junior, ovviamente superando un esame di Stato. I profili con cui uscirai dal Politecnico sono:

La rilevanza strategica dello studio dei materiali trova riscontro nei finanziamenti della Comunità Europea, cresciuti notevolmente per l’importanza attribuita in ambito europeo all’utilizzo di materiali innovativi per promuovere la crescita economica.

Tutti i dettagli

IL PIANO DI STUDI

Il corso di laurea dura 3 anni, 130 posti disponibili (5 riservati a studenti stranieri), classe di Laurea L-9: Ingegneria Industriale; referente: Milena Salvo (referente.materiali@polito.it).

Ulteriori informazioni

I social del corso di Laurea: