Corso di Laurea in Corso di Laurea in Ingegneria Biomedica

Multidisciplinarietà è la parola chiave per interagire con il personale sanitario e proporre soluzioni tecnologiche per percorsi di cura sempre più efficaci e sicuri.

L’Ingegneria Biomedica è la disciplina che utilizza le metodologie e le tecnologie proprie dell’ingegneria al fine di comprendere, formalizzare e risolvere problematiche di interesse medico - biologico, mediante una stretta collaborazione fra specialisti e specialiste dei vari settori, dal personale sanitario all’ingegneria biomedica e ad altre discipline come la biologia.

L'obiettivo è quello di formare le competenze sui dispositivi medici, oltre che la capacità di collaborare alla loro progettazione e produzione, di sovrintendere ai collaudi ed alla manutenzione di quelli impiegati all'interno delle strutture sanitarie pubbliche e/o private e di fornire assistenza post vendita agli utilizzatori (personale medico e infermieristico).

Molte persone si chiedono che differenza ci sia tra il corso di laurea in Ingegneria biomedica e quello in biotecnologie. Ebbene, il corso di laurea in Ingegneria biomedica è anzitutto un corso di studi in ingegneria, mentre il corso di laurea in Biotecnologie ha una matrice prettamente biologica.

Cosa imparerai

Multidisciplinarietà è la parola chiave. Il percorso presenta tematiche proprie tanto dell’ingegneria industriale che dell’ingegneria dell’informazione. Chi lavora nel campo dell’ingegneria biomedica deve infatti possedere competenze proprie della meccanica, dell’elettronica, dell’informatica e della scienza dei materiali, unite a una buona conoscenza di anatomia e fisiologia. Queste conoscenze vengono poi applicate negli insegnamenti propri dell’ingegneria biomedica.

Questo consente di interagire con il personale sanitario e proporre soluzioni tecnologiche per i percorsi di cura (diagnosi, terapia, monitoraggio) sempre più efficaci e sicuri.

Il percorso formativo è composto da un insieme di corsi di base (matematica, fisica, chimica, informatica, inglese, fondamenti di biologia, anatomia e fisiologia) svolti nei primi tre semestri.

Durante il secondo anno sono previsti corsi relativi alle materie ingegneristiche di base dei settori industriale e dell'informazione.

Il terzo anno completa la formazione nelle materie ingegneristiche di base (termodinamica) ed è incentrato sull’ingegneria biomedica.

Il percorso formativo termina con un tirocinio, obbligatorio per tutti gli studenti, la cui relazione costituisce la prova finale.

Come lo imparerai

Il Corso di laurea è in italiano, con un primo anno offerto anche in lingua inglese. I temi sono trattati attraverso varie modalità di apprendimento, corredati da esercitazioni, laboratori o lavori di gruppo.

Alla fine della carriera universitaria svolgerai un tirocinio curricolare, un’esperienza formativa che ti consentirà di applicare le conoscenze acquisite nei corsi, in un ambiente che ricalca quello lavorativo (sia in ambiente universitario sia presso strutture pubbliche o private del settore dell’ingegneria biomedica sia in ambito ospedaliero).

Cosa potrai fare dopo

Gli sbocchi possibili sono 2: continuare gli studi con un Corso di Laurea Magistrale; oppure entrare nel mondo del lavoro, tanto nella sanità pubblica e privata quanto nell'industria.

I profili per cui ti formiamo sono i seguenti:

Tutti i dettagli

IL PIANO DI STUDI

Il corso di laurea dura 3 anni, le lezioni si svolgono presso la sede di corso Duca degli Abruzzi a Torino, 335 posti disponibili (5 riservati a studenti stranieri), classe di Laurea L-9: Ingegneria Industriale; referente: Gabriella Balestra (gabriella.balestra@polito.it).

Ulteriori informazioni