Corso di Laurea in Pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistico ambientale

Pianificare significa orientare l’uso del Territorio, della Città, del Paesaggio e dell’Ambiente, predisponendo gli strumenti necessari per compiere le scelte strategiche che riguardano la vita di tutti.

Diventerai un pianificatore territoriale, un “tecnico del territorio” con profilo professionale che ha competenze specifiche nella redazione di piani urbanistici, territoriali, ambientali, paesaggistici, nella definizione e gestione di programmi e progetti integrati di trasformazione e rigenerazione urbana e ambientale, nello sviluppo di analisi e valutazioni di carattere territoriale ed ambientale, nella progettazione sistemi informativi territoriali, nella gestione per la pubblica amministrazione di procedimenti tecnico-amministrativi di piani e programmi relativi alla città e al territorio.

Il pianificatore territoriale ha un ruolo chiave nella gestione dei processi di urbanizzazione, in relazione alla necessità di rispondere ai problemi del cambiamento climatico, del consumo di suolo, dell’inquinamento dell’aria, delle disparità sociali, ma anche di tutela del patrimonio storico-culturale, della valorizzazione del paesaggio, del miglioramento della vivibilità̀ degli spazi urbani.

Rispetto ai corsi in architettura, il nostro corso non si concentra sul singolo edificio, quanto piuttosto sulla città e sulle sue trasformazioni, sull’organizzazione di territori vasti, sul paesaggio e sulla gestione delle risorse ambientali, fino alla scala sovranazionale.

Rispetto ai corsi in ingegneria, il nostro corso non si concentra tanto su interventi specifici, bensì sulla capacità di analizzare i fenomeni urbani e territoriali con un approccio multidisciplinare e su quei metodi e strumenti per supportare le scelte relative all’organizzazione e gestione del territorio in piani e programmi.

Nel luglio 2019 al nostro corso di laurea è stato assegnato il Certificate of Quality dell' AESOP, Association of European Schools of Planning. Questa certificazione di qualità del percorso formativo riguarda i corsi migliori che, in tutta Europa, formano figure di pianificatori territoriali.

Cosa imparerai

Attraverso un approccio fortemente professionalizzante, il percorso formativo si articola su tre tematiche principali: 

  1. il governo del territorio e la pianificazione urbanistica e territoriale
  2. il paesaggio e l’ambiente
  3. i Sistemi Informativi Territoriali

Il primo anno inizierai a comprendere che territorio, città, paesaggio e ambiente sono fenomeni complessi e ti saranno forniti i primi strumenti di analisi. Oltre alla conoscenza di base dell'evoluzione e della storia del pensiero urbanistico, degli strumenti di pianificazione e del sistema istituzionale per il governo del territorio, riceverai una preparazione nel campo degli strumenti matematici e statistici, della rappresentazione e della cartografia. Completerai il primo anno con l'esperienza pratica di durata semestrale dell’Atelier per interpretare la città e il territorio.

Il secondo anno acquisirai capacità progettuali a livello urbano e conoscenze nel campo della pianificazione territoriale e delle sue pratiche (sociologia e geografia economica e urbana, tecniche e metodi di analisi spaziale con strumenti GIS), arricchirai il quadro delle competenze strumentali. Parteciperai a due Atelier, il primo sul progetto urbano, con un contributo disciplinare nel campo dell'analisi della morfologia urbana, e il secondo sulla pianificazione territoriale; la progettazione paesistica e l'idrologia. A questi si affiancano due insegnamenti, che forniscono conoscenze di base nel campo dell'efficienza energetica degli insediamenti e della valutazione ambientale.

Il terzo anno capirai la complessità dei processi attuativi acquisendo le capacità necessarie in questo campo. All'esperienza dell'Atelier su rigenerazione urbana e sviluppo locale si affiancano insegnamenti dedicati a fornire capacità valutative nel campo della fattibilità economica e conoscenze e abilità nella pianificazione della mobilità e dei trasporti. Infine, nell'ultimo semestre vengono sistematizzate e sviluppate le tematiche e gli orientamenti della pianificazione e dell'urbanistica relative agli ultimi cinquant'anni di storia della disciplina.

Al termine del percorso dovrai sostenere una prova finale previo il superamento della prova di inglese e del tirocinio.

Come lo imparerai

Il corso è in italiano e prevede numerose attività applicative di natura interdisciplinare.

Imparerai ad usare i software che consentono la gestione di un Sistema Informativo Territoriale (SIT), acquisendo competenze specifiche nella raccolta e nella sistematizzazione di dati territoriali per la produzione di rappresentazioni cartografiche alle diverse scale territoriali.

Svilupperai le tue capacità progettuali attraverso 4 Atelier multidisciplinari, lezioni frontali, esercitazioni in aula e nei laboratori informatici. Tutte le attività pratiche sono svolte in piccoli gruppi che, a partire da casi studio concreti, ti consentiranno di simulare processi decisionali e di stimolare il confronto sulle soluzioni progettuali applicando gli strumenti conoscitivi, interpretativi e tecnici appresi.

Al terzo anno svolgerai un tirocinio curriculare presso enti pubblici e privati come Comuni, Province, Regioni, enti pubblico-privati, associazioni, studi professionali (scelti personalmente o fra un elenco fornito dall’Ateneo) che operano nel settore della pianificazione territoriale e della pianificazione e progettazione urbanistica dove potrai sperimentare sul campo le conoscenze e le competenze apprese durante le lezioni e gli atelier, a diretto contatto con i professionisti e i tecnici che ogni giorno praticano l’attività della pianificazione.

Parteciperai a iniziative culturali e viaggi di studio con l'obiettivo di approfondire tematiche legate al territorio e alle persone che lo abitano ma anche a eventi di aggiornamento scientifico e professionale, incontri e seminari con esperti esterni (segnalati in aula e spesso nella pagina "News" del sito web del corso).

Cosa potrai fare dopo

Potrai continuare gli studi con un Corso di Laurea Magistrale; oppure, in alternativa, iniziare a lavorare come Pianificatore Territoriale Junior, previo superamento dell’Esame di Stato (sezione B dell’albo professionale degli “Architetti, pianificatori, conservatori e paesaggisti”) in enti pubblici di governo e gestione del territorio e aziende e società di consulenza tecnica e di gestione del territorio. Il pianificatore territoriale – senior e junior – è una figura professionale riconosciuta in Europa e in Italia, grazie alla legge di riforma delle professioni del 2001, con competenza specificazione come:

Tutti i dettagli

IL PIANO DI STUDI

Il corso di laurea dura 3 anni, con lezioni anche presso la sede del Castello del Valentino a Torino, 85 posti disponibili (5 riservati a studenti stranieri), classe di Laurea L-21: Scienze della Pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale; referente: Luca Staricco (referente.l3.PTU@polito.it); referente per l’orientamento: professoressa Ombretta Caldarice.

Curiosità: nell'ottobre 2016 è stata approvata a Quito (Ecuador) la nuova Agenda Urbana delle Nazioni Unite Habitat III. Tra le azioni individuate nella "Dichiarazione di Quito sulle città sostenibili e gli insediamenti umani per tutti" è importante segnalare l'articolo 102 che sottolinea l'importanza di una formazione nel campo della pianificazione urbana, territoriale, paesaggistica e ambientale.

"Ci batteremo per migliorare la capacità di incidere della pianificazione e progettazione urbane e per assicurare la formazione per i pianificatori ai livelli nazionale, infra-nazionale e locale"

Ulteriori informazioni

Il corso ha una pagina Instagram, costantemente aggiornata: seguici su planning.polito

Il corso di Laurea a colpo d'occhio

2021 Yearbook